“Il primo Minibond Sociale” – P.A.R.S.

L’intervento di Zenit SGR

Il minibond sottoscritto per € 4 milioni dal Fondo Progetto Minibond Italia ha il fine di reperire le adeguate risorse finanziarie necessarie a sostenere attivamente il progetto sociale di P.A.R.S.

In particolare, grazie alle risorse investite sarà possibile:

  • Realizzare, all’interno del Villaggio di San Michele Arcangelo, una nuova palazzina su due piani per circa 600 metri quadri adibita ad ospitare (i) su un piano gli uffici amministrativi (i locali attualmente adibiti ad uffici saranno utilizzati per realizzare 12 posti per minori tossicodipendenti) e (ii) sull’altro piano una struttura sanitaria (il Poliambulatorio Sociale P.A.R.S. ). Il Poliambulatorio Sociale P.A.R.S. verrà realizzato in collaborazione con la Cooperativa Art. 32 ONLUS (che utilizzerà il format ed il know-how acquisito grazie ai progetti realizzati nella zona di Pesaro Urbino) e rientrerà nel Progetto di Welfare aziendale, che si rivolgerà sia ad utenti interni alla Cooperativa, che alla comunità Maceratese. Si stima che detta iniziativa genererà un indotto di almeno 1.000 utenze tra soci, dipendenti e familiari a condizioni vantaggiose e, previo convenzionamento con l’ASL che P.A.R.S. intende avviare quanto prima, 10.000 prestazioni ulteriori all’anno dalla comunità Maceratese. Inoltre, il Poliambulatorio consentirà all’emittente di ridurre sensibilmente i costi relativi alle prestazioni ambulatoriali e specialistiche, che, ad oggi, l’emittente ha in essere con terze parti.
  • Rinnovare il Chiostro dei Cappuccini di Morrovalle (MC): la Cooperativa, nei primi mesi del 2018, ha acquistato il chiostro che si estende su una superficie di circa 1400 metri quadri. Il progetto è quello di avviare una Comunità di 24 minori dotata di scuola alberghiera, un ristorante e 10-15 stanze per attività alberghiera. L’emittente con tale progetto vuole offrire ai minori ospitati l’opportunità di acquistare competenze nel settore alberghiero, offrendo uno sbocco lavorativo anche dopo il periodo di permanenza (Reinserimento Sociale). L’investimento ha lo scopo di creare un percorso di recupero per 24 utenti (12 già in corso di convenzionamento con la Regione Marche e altri 12 convenzionati entro 9 mesi) che curerà la formazione e l’acquisizione di competenze specifiche per la gestione delle attività commerciali interne alla struttura (ristorante con 35 coperti e 12 camere da letto) ed eventualmente spendibili all’esterno.
  • Investire in un progetto di agricoltura sociale, che prevede il coinvolgimento degli assistiti nella creazione di un agriturismo all’interno del Villaggio San Michele, il potenziamento della capacità produttiva del laboratorio alimentare (ampliamento locali, acquisto nuovi macchinari) e infine marketing e sviluppo commerciale dei prodotti.

Sia le strutture già esistenti all’interno del villaggio San Michele, sia quelle di futura costruzione riflettono il principio di mutualità: sono realizzate “in house”, tramite il coinvolgimento di soci lavoratori e assistiti, con un conseguente vantaggio economico, se confrontato con le condizioni applicabili da società edili esterne.

Chi è P.A.R.S.

P.A.R.S. (Prevenzione Assistenza Reinserimento Sociale) – “Pio Carosi” Onlus, con sede legale a Civitanova Marche (Macerata) e sede operativa a Corridonia (Macerata), è una società cooperativa non lucrativa di utilità sociale che, tramite approcci multidisciplinari socio-educativi, psicologici e medici, cura soggetti
affetti da dipendenze patologiche.
Tramite personale specializzato, in collaborazione con eventuali enti pubblici affidatari, la Cooperativa rivolge i suoi programmi di assistenza personalizzata a minori, anziani, disabili e tossicodipendenti, rivolgendo particolare attenzione al reinserimento sociale.
L’emittente, per offrire le più ampie possibilità formative e lavorative ai propri assistiti, ha dato vita ad altre due cooperative di tipo “B”:
– San Michele Arcangelo, che si occupa della coltivazione dei terreni di P.A.R.S.
– Koinonia, che si occupa di lavori edili, cura del verde, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari.
Tutte queste attività sono svolte dagli assistiti dell’emittente.

Quest’ultimo è forse il primario fattore critico di successo che contraddistingue P.A.R.S. dagli altri operatori del settore: l’emittente, infatti, pone le sue attenzioni non solo alla cura della persona, ma anche al suo reinserimento sociale e, di conseguenza, al suo welfare di lungo periodo.
P.A.R.S. nasce come associazione nel 1990 e assume la sua attuale forma legale di Cooperativa sociale nel 1996. Oggi, tramite 8 unità locali nelle Marche ed oltre 50 ettari di terreni ad agricoltura biologica, assiste oltre 600 soggetti.
L’attività dell’emittente si suddivide in due segmenti, il cui obiettivo comune è quello di rispondere in maniera completa alle problematiche poste, nel rispetto della dignità della persona.

  • Segmento Terapeutico – Riabilitativo: P.A.R.S. gestisce strutture (di proprietà e di terzi) convenzionate con le Aziende Sanitarie, operanti a regime residenziale e/o diurno. Nello specifico, P.A.R.S. si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione psico – fisica, sociale e lavorativa di soggetti affetti da disturbi psichici derivanti dalla dipendenza da sostanze o da abusi.
  • Segmento Educativo & Inserimento Socio – Lavorativo: tramite un rapporto adeguato con la realtà e con tutti gli aspetti del quotidiano, P.A.R.S. segue il reinserimento sociale del soggetto in cura. Il percorso terapeutico prevede infatti lo svolgimento di attività di formazione e istruzione al lavoro in diversi settori (muratura, gestione del verde, agricoltura, laboratori artigianali, etc.). Nella fase finale del programma, in collaborazione con altre Onlus, oppure con aziende del territorio, è possibile avviare a richiesta un graduale inserimento degli utenti nel tessuto socio-lavorativo del territorio, al fine di verificare il grado di autonomia, stabilità e responsabilità acquisite dal soggetto a conclusione del percorso riabilitativo; allo stesso modo è possibile riprendere/iniziare un percorso
    di studi. Con le stesse finalità, sono stati attivati sul territorio appartamenti sociali, in cui gli utenti provano la loro capacità di formare un contesto comunitario con un elevato grado di autonomia.

Inoltre, la Cooperativa offre servizi personalizzati a seconda della natura del soggetto:
1) Minori: Servizi residenziali (Comunità Educative); Centri di Aggregazione Giovanile; Centri di aiuto allo studio;
2) Dipendenze: Percorsi di prevenzione presso istituti scolastici; Servizi di prevenzione dell’Unità di Strada; Incontri formativi per genitori, insegnanti e adulti; Centri residenziali (Comunità di Recupero) per tossicodipendenti; Centri Diurni per tossicodipendenti di tipo semi-residenziale;
3) Reinserimento Sociale: Inserimento socio-lavorativo; Counseling individuale e familiare;
4) Disabilità: Assistenza educativa scolastica e domiciliare per minori disabili; Centri Socio Educativi diurni per disabili; Comunità Socio Educative Riabilitative per disabili.