RESPONSABILITA’
SOCIALE

Guardare vicino per andare lontano.
È questa la filosofia che Zenit SGR persegue nello svolgimento della propria attività e che pervade ogni suo ambito di intervento.

La bambina e il razzo

A partire dal suo core business, che si focalizza sugli investimenti nel capitale e nel debito delle piccole e medie imprese italiane, passando per il Progetto Minibond Italia, fondo comune di investimento che si avvale di un team dedicato specializzato nel finanziamento alle PMI del nostro Paese, fino ad arrivare al suo impegno sociale.
Da anni, infatti, Zenit SGR sostiene CasaOz, Onlus torinese che ha scelto di mettersi a disposizione delle famiglie in cui vi è un bambino malato, offrendo accoglienza, sostegno e assistenza nell’elaborazione di un percorso di ritorno alla normalità sociale.

Sono differenti le iniziative che fino ad ora Zenit SGR ha supportato, tutte accomunate da un unico denominatore: la continuità nel tempo. Perché solo la continuità garantisce progettualità; e la progettualità riveste un ruolo fondamentale in un percorso tanto delicato e fragile, perché consente di annullare tutti i dubbi e tutte le incertezze sulle effettive possibilità di realizzo.
E permette di non arrivare, come afferma Enrica Baricco, fondatrice e Presidente di CasaOz, ogni anno “a fine corsa con il fiato corto”.

Ecco alcune delle attività di CasaOz finanziate da Zenit SGR. E presto se ne aggiungeranno altre!

Laboratorio annuale di coro e di teatro

Il percorso svolto ha portato alla costruzione e alla messa in scena di uno spettacolo teatrale di cui i ragazzi di CasaOz sono stati i protagonisti assoluti. Il musical, ispirato al film d’animazione Toy Story, è testimone di quanto la musica, la recitazione e il coinvolgimento emozionale riescano ad abbattere le differenze di qualsiasi natura, trasformandole in energia positiva.

Laboratorio annuale di coro

Fare musica, giocando con la voce e con i suoni, rafforza il legame affettivo tra adulto e bambino ed è fonte di benessere.
Per questo motivo è stato organizzato il laboratorio, e per questo stesso motivo è stato aperto anche ai genitori.

Durante il laboratorio, i partecipanti hanno fatto pratica inizialmente con canzoni semplici, fino ad arrivare a misurarsi con motivi sempre più complessi e ad esibirsi, a Natale e a fine corso, in performance di tutto rispetto.

Laboratorio annuale di musicoterapia

Il progetto, che testimonia quanto le differenze di qualsiasi natura si possano trasformare in energia proattiva, ha visto il suo apice nella realizzazione di “Certo che si può!”, brano hip hop scritto, cantato e ballato dai bambini di CasaOz.

Oltre alla produzione del brano, è stato anche registrato un videoclip, in cui i ragazzi si esibiscono in tutte le loro attitudini.

“I piccoli possono volare”: contest fotografico, mostra e serata di gala

Il concorso è stato organizzato con l’obiettivo di mobilitare fotografi di tutte le età affinché esprimessero, attraverso le immagini, la loro visione della libertà, della forza e del coraggio.
50 delle fotografie partecipanti al contest, selezionate da una giuria di esperti, sono state poi utilizzate per allestire la mostra omonima dedicata all’iniziativa.

A sua volta, la mostra è stata inaugurata nel corso di un evento durante il quale i 10 scatti vincitori del contest fotografico sono stati venduti all’asta.
I restanti 40 scatti sono stati oggetto anch’essi di un’asta alla quale ha partecipato chiunque lo desiderasse